Ode ai piedi

Camminare a piedi nudi è una scelta di salute per la postura e per avere la sensazione del proprio peso

RECUPERARE SENSIBILITA’ DEI PIEDI

Camminare a piedi nudi, liberandoci delle scarpe, e’ un semplice gesto che può aiutare a riscoprire il proprio corpo come massa dotata di un peso, recuperando la vasta sensibilità propriocettiva di cui questo arto e’ dotato.

La propriocezione è la capacità di percepire e riconoscere la posizione del proprio corpo nello spazio e lo stato di contrazione dei propri muscoli, anche senza il supporto della vista.

La propriocezione assume un’importanza fondamentale nel complesso meccanismo di controllo del movimento, dello stare in piedi.

L’uso continuo delle scarpe non aiuta a percepire il proprio peso corporeo, ha fatto perdere l’uso della sensibilità di farci stare eretti con una sana postura.

Non avere la esatta percezione del peso del proprio corpo gravante sui propri piedi vuol dire perdere una delle informazioni primarie per recuperare il miglior peso forma!

L’area del cervello deputata alla ricezione dei segnali nervosi provenienti dai piedi e’ molto vasta.

La sensibilità propriocettiva e’ generata da gruppi di cellule nervose poste sui piedi e fornisce la sensazione della statica e dinamica del nostro corpo!

E’ una delle piu’ antiche sensibilità che il corpo umano ha! Senza di essa non possiamo stare in piedi e neppure camminare!

CAMMINARE SENZA SCARPE in casa, sulla spiaggia, sul prato e’ una semplice scelta di salute e recupero di questa sensibilità propriocettiva. Si recupera una efficiente percezione della postura, movimento, nonché del peso!

GINNASTICA PROPRIOCETTIVA

Per recuperare questa innata ed ancestrale sensibilità, regredita dalle scarpe, vi invito oltre a camminare a piedi nudi, senza scarpe quando e’ possibile, ed eseguire questa ginnastica propriocettiva:

1- iniziare con 10 minuti di esercizi di appoggio sui piedi nudi spostare il peso del corpo su zone diverse della pianta dei piedi: talloni, punte, centro;

2- eseguire poi altri 10 minuti di esercizi di bilanciamento: dondolare lentamente spostando il peso corporeo alternativamente su una gamba s sull’altra.

3- infine, chiudere, gli occhi, alzare una gamba all’indietro ad angolo retto e contare quanto tempi si riesce a rimanere in equilibrio in questa posizione;

sembra un esercizio facile, ma non lo e’ affatto;

se il tempo e’ davvero poco e si perde subito l’equilibrio significa che la sensibilità propricettiva, e’ mal ridotta e scarsa, non si ha una sana postura con i relativi problemi alle ossa ed articolazioni, non si ha la percezione del proprio peso corporeo!

Occorre cambiare !

GLUTEI e POSTURA

Ricordo che i glutei sono la sede anatomica dove si perde più rapidamente muscolo. Perdere muscolo nei glutei vuol dire modificare la stazione eretta. La propria postura si sposta in avanti, compromettendo la colonna vertebrale lombare, creando difficoltà nella deambulazione e stazione eretta.

Occorre eseguire attività di resistenza muscolare per mantenere massa e tonicità dei glutei per la salute della nostra colonna vertebrale.

Buona giornata in salute.

Dieta Social Magazine n. 82 del 02/09/2021 | Editore: Media Share srl – Via Marco Polo 55 – Rende (CS) | Direttore responsabile: Stefania De Napoli | Reg. Stampa Trib. CS n° 1/2020 – Settimanale | ISSN 2724-3044

Scroll to Top