Rimedi contro il colpo di calore

l colpo di calore è la classica e più grave conseguenza a cui si può andare incontro a causa di un’eccessiva esposizione ai raggi solari o nelle giornate in cui il termometro sale molto e l’umidità è estremamente elevata. Quando la temperatura esterna aumenta notevolmente, infatti, non è più sufficiente la dispersione di calore attraverso la sudorazione, che è il meccanismo messo in atto dal nostro organismo per raffreddarsi e mantenere costante la temperatura degli organi a 36/37 °C.

GLI EFFETTI DEL CALDO

Quando la colonnina di mercurio sale, il disturbo più comune è la stanchezza, dovuta a una riduzione della pressione e alla perdita di sali minerali. In particolare, la carenza di potassio, oltre ad alterare l’attività del cuore, predispone alla debolezza muscolare. L’eccessivo caldo, infatti, influisce sulla circolazione del sangue, causa la dilatazione dei vasi sanguigni, aumentando il loro diametro e facendo così abbassare la pressione. Ciò diventa un problema per chi ha una pressione normale o, peggio ancora, bassa. Anche se il caldo di per sé non determina particolari problemi all’apparato respiratorio, se la percentuale di umidità è elevata, i polmoni hanno difficoltà a eliminare il vapore acqueo prodotto dalla respirazione. Ciò può causare la ricomparsa di alcune malattie croniche, come bronchiti, tracheiti e forme asmatiche. L’eccessiva sudorazione, poi, causa una macerazione della pelle, in particolare nella zona inguine, ascelle, seno e pianta dei piedi, rendendo la cute più soggetta all’aggressione dei germi.

COME REAGISCE L’ORGANISMO

Chi sopporta male il caldo e si agita perché ha paura di non riuscire a tollerarlo, non fa che peggiorare il senso di calore. Lo stress, infatti, costringe l’organismo a produrre maggiori quantità di alcuni ormoni, come la noradrenalina, che causano stati di agitazione e ansia, predisponendo l’organismo a un aumento della temperatura corporea. Al contrario, la calma e il rilassamento determinano un rallentamento del metabolismo e un raffreddamento del corpo, con conseguente sensazione di refrigerio. Meglio, quindi, mantenere il sangue freddo!

I DISTURBI

Quando il termometro sale, per rendere più efficiente il meccanismo di abbassamento della temperatura corporea,l’ipotalamo stimola la produzione di particolari ormoni che intervengono per aumentare il ritmo del respiro. Ebbene, quando si verificano danni ad alcune zone dell’ipotalamo, si modifica il corretto funzionamento dei sistemi di regolazione della temperatura corporea.

COME PREVENIRE

  •  Bere molto, senza però esagerare. La dose consigliata, se non si pratica attività fisica, è di un litro e mezzo/ due di acqua al giorno. Vanno bene anche le bevande fresche (estratti o centrifugati), ma non ghiacciate, da sorseggiare con calma.
  • Indossare abiti leggeri in cotone o seta, scartando quelli in fibre sintetiche che non consentono al sudore di traspirare e tendono ad assorbire calore senza farlo evaporare all’esterno. I tessuti in fibre non naturali, inoltre, non assorbono il sudore e causano macerazioni della pelle. Da preferire, inoltre, colori chiari che respingono le radiazioni solari e riducono la sensazione di calore.
  • Con il caldo, è preferibile fare docce frequenti d’acqua fresca o tiepida, perché danno vigore e tono alla pelle.

COME INTERVENIRE

Qualora si verifichi il colpo di calore, ecco 3 cose da fare subito:

  • Fare sdraiare la persona all’ombra e bagnare il corpo con acqua o con alcol che, evaporando, raffredda la pelle. I punti da bagnare sono soprattutto i polsi e la testa. L’ideale è adagiare sulla testa una borsa del ghiaccio.
  • Se la persona è svenuta e ha perso conoscenza, togliere o slacciare gli abiti troppo stretti o sintetici e sollevare le gambe in attesa che riprenda i sensi.
  • Appena si riprende, fargli bere molti liquidi, freschi ma non ghiacciati, ricchi di sali minerali. Poi continuare a rinfrescarla con quello che si ha a disposizione, basta anche solo sventolarla.

Dieta Social Magazine n. 82 del 02/09/2021 | Editore: Media Share srl – Via Marco Polo 55 – Rende (CS) | Direttore responsabile: Stefania De Napoli | Reg. Stampa Trib. CS n° 1/2020 – Settimanale | ISSN 2724-3044

Scroll to Top