Ansia: parola all’esperto

Sono molto contento di constatare che l’argomento dei test vi abbia incuriosito e abbia suscitato in voi partecipazione. Spero che le riflessioni che abbiamo fatto insieme vi siano state utili.

A questo proposito, vorrei ricapitolare con voi alcuni punti centrali.

Come abbiamo detto durante la diretta, l’ansia è una condizione di attivazione dell’organismo che si prepara a una sfida, un compito, un problema da affrontare. A piccole dosi, l’ansia ci fornisce energia, motivazione e determinazione per portare a termine efficacemente i nostri compiti; una piccola dose di ansia ci aiuta a concentrarci, a focalizzare le nostre risorse verso l’obiettivo.

Quando l’ansia invece oltrepassa una certa soglia o perdura per troppo tempo, diventa una condizione stressante ed affaticante, che esaurisce momentaneamente le nostre risorse, impedendoci di vivere pienamente la vita, di lavorare bene, di dormire sonni tranquilli, di svagarci: in una parola condiziona pesantemente il nostro vivere quotidiano con ripercussioni sulla nostra salute fisica e mentale.

Come fare per contrastare l’ansia allora?

Ecco alcune strategie:

  1. concentriamoci sulla respirazione. Respirare correttamente ci aiuta a controllare i battiti, a rallentare i pensieri, a riequilibrare l’organismo, a canalizzare l’energia in un unico punto. Questa è una strategia che nei commenti ho letto qualcuno di voi già utilizza, ottimo!
  2. mettiamo in ordine le cose da fare; nei commenti molte di voi hanno scritto di essere in ansia pre-partenza o quando devono fare cose nuove. Bene, proviamo a immaginare quali potrebbero essere le difficoltà del viaggio, pianifichiamo con ordine le tappe, scrivendo un elenco delle cose da fare prima della partenza e spuntiamo man mano dalla lista le cose già fatte per concentrarci solo su quelle ulteriori che rimangono. (Spuntare dalla lista le azioni compiute procura notevole soddisfazione!)
  3. proviamo a cogliere il bello del viaggio e della novità; se ci lasciamo influenzare troppo dall’ansia, rischiamo di perderci tutto il bello del viaggio, della novità; pensiamo a quante volte siamo arrivati in un posto nuovo e non siamo riusciti a godercelo perché abbiamo pensato prima a mille dettagli accessori e siamo arrivati già esausti alla méta.

Se avete altre strategie che pensate possano essere utili scrivetele nei commenti, per me sarà un piacere leggervi.

Intanto, spiegateci quale strategie avete già provato o vorrete provare, in quanto pensate possano essere utili per aiutarvi a gestire meglio gli stati d’ansia.

Dott. Alfonso Leone

Dieta Social Magazine n. 82 del 02/09/2021 | Editore: Media Share srl – Via Marco Polo 55 – Rende (CS) | Direttore responsabile: Stefania De Napoli | Reg. Stampa Trib. CS n° 1/2020 – Settimanale | ISSN 2724-3044

Scroll to Top