Caffeina e Dna, quale connessione?

Quante tazzine di caffè prendete al giorno ? Eliminate subito gli effetti della caffeina oppure avete un metabolismo lento del caffè?

Studi e ricerche scientifiche hanno diviso le persone in due gruppi: chi elimina in tempi rapidi la caffeina e chi invece è lento nell’eliminare la caffeina. A quale gruppo appartenete?

Il metabolismo della caffeina dipende da un gene, da un tratto del nostro DNA.

O si ha o non si ha questo gene !

E se non si ha questo gene il metabolismo della caffeina è lento. Allora piano con la dose giornaliera della caffeina, c’è il rischio di salute.

LA CAFFEINA e LE SUE AZIONI

La caffeina è una sostanza alcaloide naturale rinomata per la sue proprietà stimolanti: viene ingerita prevalentemente sotto forma di caffè, tè, cioccolata.

Uno degli effetti più conosciuti della caffeina è la sua capacità di agire come eccitante in grado di “ritardare” in maniera temporanea la sensazione di fatica, di migliorare i riflessi e la capacità di concentrazione e di avere una blanda azione analgesica.

La caffeina è una molecola (1,3,7 trimetilxantina), capace, anche a concentrazioni molto basse, ad interagire con specifici recettori biologici che regolano la funzionalità del sistema cardiovascolare, endocrino e nervoso. La caffeina favorisce il rilascio di due ormoni chiamati adrenalina e noradrenalina, dette catecolanime, che favoriscono l’aumento del metabolismo corporeo, della frequenza cardiaca, della pressione arteriosa e del numero di atti respiratori (aumentando così l’ossigenazione del sangue).

Inoltre la caffeina determina un aumento della sintesi acida a livello gastrico, aumento della diuresi. La caffeina ha la capacità di passare con netta rapidità la barriera emato-encefalica, entrare nel cervello ed agire sui neuroni cerebrali. Invito chi è in gravidanza o sta allattando al seno il proprio figlio ad astenersi dall’assumere caffè e alimenti contenenti caffeina perché passa attraverso la placenta, pertanto il feto “assume” caffeina, perché passa attraverso il latte materno. Da evitare ! DOSI di CAFFEINA

La caffeina non è contenuta solo nel caffè:

– Caffè espresso (una tazzina mg 40)

– Caffè solubile (una tazza) mg 95

– Caffè americano (100ml) mg 95-125

– Caffè fatto con moka (35 – 50ml) mg 60-120

– Tè Lipton (una tazza) mg 40

– Cacao (100 g) mg 100

– Red Bull (100 ml) mg 30

– Coca Cola (una lattina) mg 85

Per tutti la dose da non superare è di 300 mg al giorno. Chi è lento nell’eliminare gli effetti della caffeina non deve superare i 200 mg al giorno.

Esiste un gene capace di controllare modalità e tempi di metabolizzare la caffeina. Chi metabolizza in modo lento la caffeina ha il rischio di un suo accumulo, se assunta con più tazzine durante la giornata. Buona giornata in salute.

 

Dieta Social Magazine n. 82 del 02/09/2021 | Editore: Media Share srl – Via Marco Polo 55 – Rende (CS) | Direttore responsabile: Stefania De Napoli | Reg. Stampa Trib. CS n° 1/2020 – Settimanale | ISSN 2724-3044

Scroll to Top