Broccolo…e sai cosa mangi!

Mai sottovalutare il valore nutrizionale dei broccoli, ortaggi di stagione. Sono alimenti salutari, così scrivo sul loro valore nutrizionale. Sono ortaggi indicati nella prevenzione delle malattie gastro – intestinali, malattie cardio – vascolari e processi degenerativi, neoplastici cellulari.

Il broccolo appartiene alla famiglia botanica delle Crucifere, così chiamate perché i loro fiori hanno quattro petali, disposti a croce.

Ampia è la ricerca scientifica attestante le proprietà benefiche dei broccoli e degli ortaggi delle Crucifere, come tutte le varietà di cavoli conosciuti.

Oggi sono note le molecole contenute in questi ortaggi. Il broccolo è il “babbo” vegetale di tutta la famiglia delle Crucifere.

CARTA DI IDENTITA’ NUTRIZIONALE DEL BROCCOLO

Il broccolo è una grande barriera verde protettiva all’interno delle cellule umane contro molecole tossiche, chiamate radicali liberi dell’ossigeno.

Il corpo umano è una grande formula chimica, dove avvengono in ogni istante vitali e continue reazioni biologiche in grado di dare la vita e la salute. Ogni cellula partecipa a dare efficienza ed energia a tutto l’organismo.

Durante questo straordinario e incessante lavoro cellulare si possono formare alcune molecole, ” prodotti di scarto”, chiamati radicali liberi dell’ossigeno.

Sono composti tossici e aggressivi, si chiamano “liberi” perché non sono bloccati dai sistemi di difesa e di pulizia che ogni cellula possiede. E poiché sono “liberi si diffondono all’interno della cellula creando danni irreparabili.

Causando gravi e devastanti patologie.

La moderna ricerca medica sta evidenziando sempre di più il ruolo tossico dei radicali liberi dell’ossigeno. In giovane età e in condizioni di efficienza cellulare questi prodotti di scarto vengono prontamente bloccati e neutralizzati. Non sempre però succede così!

Con il passare degli anni, quando si ha una cattiva alimentazione troppo ricca di alimenti di origine animale e povera di cibo di origine vegetale, quando l’ossigeno inspirato non arriva più in giusta quantità a tutte le cellule oppure quando c’è un eccesso di fumo di sigaretta o di alcool, la neutralizzazione di questi radicali liberi non è più assicurata.

Altre condizioni favorenti la comparsa dei radicali liberi all’interno delle cellule sono :un eccesso di peso corporeo, le radiazioni ionizzanti che si accumulano durante esami radiologici, l’inquinamento dell’area respirata, una prolungata esposizione al sole, la sedentarietà con una cronica assenza di attività motoria, l’uso prolungato di alcuni farmaci, avere patologie come l’artrite reumatoide, traumi al sistema nervoso, malattie cardiocircolatorie.

Insomma il nostro organismo non ce la fa a “pulire” l’interno delle cellule, ad allontanare i radicali liberi e si ammala gravemente e degenera.

Il broccolo argina con i suoi polifenoli e il sulforafano lo stress ossidativo individuale, responsabile di un invecchiamento precoce e di gravi patologie. Il broccolo ha una azione epigenetica, cioè agisce con le sue molecole direttamente sul DNA, proteggendolo.

Buona giornata in salute.

Prof. Pier Luigi Rossi

Dieta Social Magazine n. 82 del 02/09/2021 | Editore: Media Share srl – Via Marco Polo 55 – Rende (CS) | Direttore responsabile: Stefania De Napoli | Reg. Stampa Trib. CS n° 1/2020 – Settimanale | ISSN 2724-3044

Scroll to Top