Occhio ai grassi

Insieme al prof. Rossi stiamo approfondendo, giorno dopo giorno, questo argomento molto importante per prepararci ai menu con uno speciale “Occhio ai Grassi”, che partiranno per tutti gli abbonati dall’8 febbraio 2021. Manterremo tutti i pasti dei nostri piani alimentari al di sotto dei 30 g. di grasso, come spiega il professore, al fine di mantenere bassa la lipemia post prandiale. Un lavoro straordinario che sperimenteremo insieme per la prima volta su Dieta Social.

Ed allora, ecco a voi l’intervento del nostro Prof. Pier Luigi Rossi ai microfoni di TV2000. Nel suo contributo di divulgazione medico scientifica ha parlato anche della nostra esperienza Dieta Social, con questi approfondimenti speciali che stiamo facendo insieme e questo, ovviamente , ci fa molto piacere!

Di seguito riportiamo anche un approfondimento del professore su questi nuovi argomenti di studio:

Ciascuno ha il suo grasso perché ha il suo DNA, il suo metabolismo. Il corpo ha sedi anatomiche diverse dove accumulare grasso. Ogni
zona adiposa ha la sua funzione e i suoi adipociti.
Il grasso non è tutto uguale.
La distribuzione del grasso corporeo è sotto il controllo degli ormoni, sopratutto ormoni sessuali.
Durante l’età fertile gli estrogeni sono attivi per accumulare grasso nell’area gluteo-femorale, in menopausa l blocco degli estrogeni porta ad accumulare grasso nell’addome, nel seno, nella parte superiore del corpo femminile.
Gli uomini accumulano grasso sempre a livello addominale.
CIRCONFERENZA VITA E ALTEZZA
Quando la pancia non è più piatta vuol dire che siamo entrati in una fase di disfunzionalità adiposa. O si interviene subito oppure la deriva adiposa va avanti con un netto incremento della circonferenza addominale. Con il passare degli anni si ha una progressiva espansione della circonferenza addominale, misurata ponendo il metro sull’ombelico. E’ opportuno per la salute non superare il valore di 84 cm per la donna e 92 cm per l’uomo.
Il grasso addominale è il più pericoloso per la salute, genera uno stato infiammatorio sistemico.
Il processo di invecchiamento è causato da uno stato infiammatorio sistemico. Per verificare se è presente questa infiammazione su tutto l’organismo si può eseguire la ricerca della proteina c reattiva nel sangue. Il grasso addominale è costituito da due strati:
1 – strato adiposo sottocutaneo
2 – grasso viscerale contenuto all’interno della cavità addominale a diretto contatto delle anse intestinali.
Per dimagrire occorre fermare accumulo e ridurre il grasso viscerale, perché cosi facendo possiamo riattivare l’intero metabolismo lipidico corporeo. La chiave per dimagrire sta nella riduzione del grasso viscerale , contenuto nella cavità addominale.
Non guardare la bilancia, misuriamo con il metro la circonferenza addominale. Sono più efficaci i cm persi nell’addome che alcuni kg sulla bilancia.
Con il passare degli anni ha la l’espansione progressiva della circonferenza addominale e una riduzione progressiva dell’altezza. Pertanto il rapporto tra la circonferenza vita misurata in cm e l’altezza in cm ci fornisce una indicazione del nostro stato di salute . Per le donne questo rapporto non deve superare 0.49 e per gli uomini 0.53.
Quando siamo sopra a questi valori vuol dite che abbiamo una massa adiposa addominale e viscerale che può compromettere la nostra salute metabolica ed immunitaria.
LIPEMIA POST PRANDIALE
Nella video registrazione ho indicato una proposta di alimentazione finalizzata a tenere bassa la lipemia post prandiale,
la concentrazione dei trigliceridi entrati nel sangue attraverso gli alimenti ingeriti nei pasti.
Per conoscere la lipemia post prandiale si può segiure una digitopuntura su un polpastrello della mano dopo 3-4 ore dall’inizio del pasto. Per perdere grasso viscerale e addominale occorre tenere il valore dei trigliceridi sotto a 150 mg / 100ml .
Più è alta la lipemia post prandiale e più grasso viscerale accumuliamo. Per ridurre la circonferenza addominale e il grasso viscerale occorre sospendere ogni bevanda alcolica. L’alcool si può trasformare in grasso.
GRASSO SANO: ADIPOCITA BEIGE
Nel mio intervento ho riportato la ricerca che ho condotto per trasformare l’adipocita bianco in adipocita beige, un tipo di grasso sano e positivo capace di attivare il metabolismo lipidico.
Il passaggio dell’adipocita bianco a beige lo si può ottenere attraverso una alimentazione vegetale.
Durante una attività motoria aerobica prolungata il muscolo produce un ormone, IRISINA, che va nel tessuto adiposo e può trasformare l’adipocita bianco in adipocita beige
.

Dieta Social Magazine n. 82 del 02/09/2021 | Editore: Media Share srl – Via Marco Polo 55 – Rende (CS) | Direttore responsabile: Stefania De Napoli | Reg. Stampa Trib. CS n° 1/2020 – Settimanale | ISSN 2724-3044

Scroll to Top