Il giorno dopo lo sgarro

Non è una licenza allo sgarro, ma può essere utilizzato per casi eccezionali.

Matrimoni, battesimi, compleanni, feste: a volte può capitare di lasciarsi andare e concedersi un grosso sgarro. Il giorno dopo, però, sorge il problema dell’incremento del peso.

Ogni volta che mangiamo, infatti, il sangue cambia composizione in rapporto agli alimenti ingeriti. Una delle principali modifiche che gli alimenti causano è rappresentata dalla variazione della glicemia, ossia la concentrazione di glucosio nel sangue, molecola contenuta nei carboidrati: pasta, pizza, dolci, patate ecc.

Questa variazione della glicemia stimola una maggiore secrezione dell’ormone insulina.

L’aumento dell’insulina dopo il pasto causa una ritenzione di sodio che trattiene acqua.

L’aumento del peso corporeo dopo un pasto abbondante, infatti, non è dovuto soltanto all’accumulo di grasso corporeo, ma anche alla ritenzione idrica causata dall’insulina.

Ciascuno di noi può essere o non essere sodio-sensibile. Chi è sodio-sensibile trattiene acqua, avrà ritenzione idrica e il peso di conseguenza salirà!

Chi non lo è, non avrà la stessa reazione e il suo peso facilmente resterà invariato. Quindi, riassumendo, la causa di questo brusco aumento di peso dopo un’abbuffata è proprio il rapporto tra insulina e sodio.

Eseguire una giornata di digiuno consapevole ha proprio lo scopo di intervenire sulle conseguenze dell’eccesso di insulina e sodio.

Inoltre, grazie all’accurata scelta di alimenti naturalmente senza glutine e lattosio, aggiungiamo un forte effetto di riposo intestinale, che apporterà una riduzione drastica del gonfiore addominale di cui spesso soffriamo, offrendoci una profonda sensazione di benessere.

Gli effetti di questa giornata alimentare possono essere misurati, dunque, dall’aumento della diuresi e dalla riduzione di peso corporeo e di gonfiore addominale, per eliminazione dei volumi idrici accumulati.

In generale, ricordiamoci che, oltre il controllo del peso sulla bilancia, è bene eseguire anche la misurazione delle circonferenze della vita e dei fianchi.

Ecco com’è strutturata la giornata tipo di digiuno consapevole:

COLAZIONE

Una tazza di tè verde;

Un bicchiere di latte vegetale (NO latte d’avena) oppure uno yogurt bianco vegetale senza zuccheri aggiunti;

Due cucchiai di cereali integrali preferibilmente senza glutine (es. fiocchi di mais, fiocchi di grano saraceno, riso soffiato);

Un frutto;

Semi oleosi (6 nocciole o 3 noci oppure 6 mandorle).

SPUNTINI MATTINA E POMERIGGIO

Centrifugati o estratti o frullati di verdura cruda (80%) e frutta fresca di stagione (20 %).

PRANZO E CENA

Verdura cruda e cotta a piacere, in dose libera;

Condimento: olio extravergine di oliva (tre cucchiaini da caffè) e aceto;

Alcuni gherigli di noci o mandorle o pinoli o semi di zucca;

Una porzione di pane integrale preferibilmente senza glutine (40 grammi).

Bere almeno un litro di acqua durante la giornata (un bicchiere ogni ora) con residuo fisso secco superiore a 500 mg/litro, per migliorare l’apporto quotidiano di minerali.

Ricordiamoci che è importante vivere la gioia di una festa, di una comunione, di un matrimonio e di un evento significativo della nostra famiglia! Ma poi, durante il giorno successivo, guidare la mano dal piatto alla bocca con un digiuno consapevole è una scelta di salute.

Dieta Social Magazine n. 82 del 02/09/2021 | Editore: Media Share srl – Via Marco Polo 55 – Rende (CS) | Direttore responsabile: Stefania De Napoli | Reg. Stampa Trib. CS n° 1/2020 – Settimanale | ISSN 2724-3044

Scroll to Top