A tutto zinco!

Lo zinco è un minerale appartenente, come le vitamine, alla classe dei micronutrienti. Il nostro organismo ne necessità in quantità molto esigue ma, per le funzioni che svolge, è fondamentale assumerlo quotidianamente attraverso la dieta.

Infatti, questo elemento è coinvolto in numerosi processi che avvengono all’interno del nostro organismo.

Prende parte, come cofattore di molti enzimi, ai processi di crescita, differenziazione e riparazione cellulare e la sua presenza è fondamentale durante l’accrescimento. È coinvolto nella sintesi di proteine e del DNA. Possiede anche capacità immunostimolante in quanto stimola il corretto funzionamento del timo, una ghiandola importantissima per il nostro sistema immunitario. Regola importanti meccanismi antivirali, favorisce la risposta anticorpale, l’attività dei linfociti natural killer e quella dei macrofagi.

Una carenza di zinco compromette quindi la nostra capacità di difenderci dall’attacco di agenti patogeni come virus e batteri. Si stima che circa il 30% della popolazione mondiale sia carente di zinco e questo può portare allo sviluppo di polmonite batterica e deterioramento di tutto il sistema immunitario.

Per questo motivo è importante garantire una adeguata introduzione di questo minerale attraverso la dieta, poiché il nostro organismo non è in grado di immagazzinarlo in riserve. Il livello di assunzione raccomandato è di circa 12 mg al giorno per gli uomini e 9 mg al giorno per le donne, arrivando durante l’allattamento a 19 mg.

Gli alimenti naturalmente ricchi di zinco sono quelli di origine animale come i frutti di mare, le carni, il latte e i suoi derivati e le uova, ma è presente anche nei semi oleosi e in alcuni cereali integrali.

Pensate per coprire metà del fabbisogno giornaliero bastano 50 g di grana padano e, con la dose dei semi oleosi della nostra colazione, con i cereali integrali o con una porzione di proteine animali, si arriva a coprire l’intero fabbisogno giornaliero.

E voi, conoscevate le fonti alimentari di questo micronutriente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to Top